cerca

Draghi und die inflation

26 Ottobre 2012 alle 13:15

Dopo il seminario su scienze monetarie e finanziarie tenuto dal Prof. Draghi al Bundestag sono spariti improvvisamente dalla scena tutti i suoi critici, come un certo Dobrindt segretario generale della CSU che lo ha definito "Falschmünzer" (falsificatore di moneta). Non si sente più una mosca volare. La sua visita al Bundestag è paragonamile a quella del Papa tedesco. Rispetto e venerazione hanno caratterizzato l'avvenimento. Rimane ai tedeschi però la psicosi incurabile dell'inflazione. Per loro essa è già devastante quando raggiunge lo 0,1 percento. Non si sono accorti che Weimar e l'ultima guerra mondiale (peraltro causate da loro) sono grazie al cielo irripetibili. Il mondo é cambiato per fortuna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi