cerca

Lance Armstrong

25 Ottobre 2012 alle 13:30

La sconfitta del cancro e la vittoria di sette (dicesi sette) tour de France, sono fatti che non possono essere liquidati in maniera banale, come un volgare caso di doping, ma meriterebbero più seria e approfondita riflessione e discussione, specie in un’epoca in cui vanno sempre più diffondendosi, con crescente consenso mediatico, le pratiche di manipolazione dello sviluppo del genere umano. Abbiamo sentito tante accuse e molti insulti, anche, nei confronti dell’atleta, ma abbiamo letto e ascoltato poco o niente sul suo pensiero, in quanto l’informazione collettiva si è subito infognata in una riprovazione e in una condanna senza se e senza ma, politicamente molto corretta. I corvi e le cornacchie si muovono lenti e pigri, in branco, sul terreno, gracchiando acidi: il falco vola in alto e si libra, maestoso e fiero, nel silenzio del cielo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi