cerca

Libertà o onnipotenza dei partiti

24 Ottobre 2012 alle 13:20

Faccio notare che nel XXI secolo, in Italia, la candidatura del Pd a sindaco di Roma la decide sempre e solo "il partito". Questo significa -nella cultura del Pd- che Zingaretti non è un uomo libero. E se non è libero lui di candidarsi - egli non appartiene a sè stesso - non sono liberi i cittadini di votare chi preferirebbero. E se non è libero nemmeno un "dirigente" di partito....

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi