cerca

Comitato di salute pubblica

12 Ottobre 2012 alle 09:00

Durante la Rivoluzione francese, la sorveglianza sul potere esecutivo, fu esercitata dal "Comitato" che divenne il supremo organo del giacobinismo dilagante. Fu capeggiato da Robespierre e Danton e seminò il terrore con longanime brutalità. Finì con il ghigliottinamento di entrambi i rivoluzionari, l’uno nell’aprile del 1794, Danton, e l’altro, Robespierre, nel luglio dello stesso anno. I due rivoluzionari s’incontrarono nolenti con la morte che li violentò con la stessa violenza esercitata da essi su migliaia di derelitti. Perché questa digressione storica? Ho l’impressione che la situazione politica del nostro Paese sia giunto all'acme delle ruberie, s’impone pertanto che un qualche rivoluzionario, attraversi a nuoto o meno lo Stretto di Messina, si faccia carica di questa bruttura e provveda – semmai in collaborazione col Fiorentino – a decapitare questo mondo della politica che si è compiaciuto e si compiace della propria disonestà. Non è possibile che eletti per servire il popolo, ne approfittino baronescamente, sollazzandosi a spese del popolo sovrano. Che vadano via al più presto, l’essenziale è che sgombrino facendo posto agli onesti: se ci sono.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi