cerca

Iva e Irpef: specchietto per le allodole

11 Ottobre 2012 alle 19:00

In sordina il governo Monti ha appena aumentato l'Iva di un punto percentuale il cui valore prenderà corpo a partire da luglio 2013. Troppe sono le obiezioni da porre. Dopo aver promesso che non avrebbe mai messo mano all'umento di tale imposta, non solo lo ha fatto velocemente ma di notte, in silenzio, affinché la notizia passasse ma sotto tono. In contemporanea con tale aumento ha dimunuito le aliquote Irpef. Ma questa non è né riduzione totale né compensazione in quanto la riduzione delle aliquote è prevista per soli due scaglioni: fino a 28mila euro e solo di un punto percentuale (dal 23% al 22% e da 27% al 26%). Morale: dal 2013 l'Iva aumenterà dal 21% al 22% penalizzando ancora una volta le imprese, immobilizzando ancor di più l'economia facendola rallentare a vista d'occhio e paventando un aumento dell'evasione fiscale già elevata e diffusa. In barba alla recessione. Che Dio ce la mandi buona!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi