cerca

Embrioni salvati da un Nobel

11 Ottobre 2012 alle 13:45

La notizia dell’assegnazione del Premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia agli scienziati Shinya Yamanaka e John B. Gurdon per le loro ricerche sulle cellule "staminali adulte” evidenzia come ricerca ed etica si possano coniugare. I risultati sono autentici e scientificamente fondati e aprono la strada a nuovi metodi di cura delle malattie. L’assegnazione del Nobel dimostra come è possibile fare ricerca senza considerare gli embrioni come materiale da laboratorio e senza ridurre l’essere umano nelle sue prime fasi di vita come un "signor nessuno". Gli scienziati premiati hanno inventato la riprogrammazione delle cellule staminali adulte, cioè una cellula normale è stata ringiovanita fino a diventare una cellula staminale pluripotente evitando così di usare embrioni e farli morire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi