cerca

Evviva il laicismo!

10 Ottobre 2012 alle 12:59

Il Nobel a Yamanaka e Gurdon è il massimo riconoscimento di una realtà nota da tempo, ma ignorata dai laicisti che volevano a tutti i costi operare sugli embrioni, quel grumo di cellule inutili, buone solo per le sperimentazioni della gente “progressista” impegnata (nobilmente) nella lotta ai mali dell'uomo. Ora cosa s'inventeranno per attaccare la Chiesa? Anzi quel Dio che dicevano morto da tempo? Ma che condannano con la violenza degli impotenti ad ogni terremoto, ad ogni tsunami, ad ogni morte che a loro sembra ingiusta, come se la vita dei malati terminali fosse indegna e loro dovere di persone “civili” liberarne il malcapitato (oggetto del loro interessamento). Mentre per gli embrioni, coprendosi con San Tommaso, addirittura con Maometto, la vita inizierebbe 40 giorni dal concepimento! Forse è ridicolo che nel terzo millennio, in piena fioritura scientifica, ci si rifaccia all'insegnamento di gente del primo! Aristotele era tanto più grande di quei due nel campo scientifico, eppure era convinto che il sole girasse intorno alla terra! Evviva il laicismo! Evviva la civiltà post-moderna!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi