cerca

La Serbia, il Kosovo, l'UE, la Fiat..storie di ricatti "tecnici"

9 Ottobre 2012 alle 16:30

Il presidente serbo Nikolic ex volontario in guerra: "Srebrenica non fu genocidio". E poi sul Kosovo: "Non è giusto chiederci di dimenticare il Kosovo. Non chiedetemi se io voglio l’Europa: la vera domanda è se l’Europa vuole noi". Mentre si paventa l'uscita della Grecia dalla zona euro e poi chissà di chi altri, si pensa seriamente all'ingresso della Serbia che però, attenzione, ha il merito di avere in ballo accordi economici importanti con la Fiat e probabilmente con altri in Europa. Nuovamente le ragioni tecniche del nuovo ordine comunitario, subordinate allo spread al disavanzo e al debito incrociato, sembrano prendere il sopravvento verso la politica, in questo caso pure "etica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi