cerca

Il senso di Carofiglio per la libertà

28 Settembre 2012 alle 14:45

Al suo esordio in parlamento Gianrico Carofiglio auspicò la nascita di una nuova etica dei comportamenti. Ora, il magistrato, senatore e scrittore, avvia una azione legale nei confronti di chi ha osato obiettare sul suo modo di scrivere. Tempo addietro, invece, allorché la Gabanelli su un grande giornale criticò aspramente il suo modo di attendere al mandato parlamentare – censura ben più rilevante - non solo non seguì alcuna azione legale ma neanche una pur timida replica. Adesso comprendiamo a quale curiosa etica egli alludesse al suo debutto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi