cerca

L'ora di religione

27 Settembre 2012 alle 09:30

Sarebbe opportuno sostituirla con due ore settimanali di "Storia delle Religioni". Giusto e innovativo e stimolante. Si fornirebbero gli strumenti per poter acquisire conoscenze varie in autonomia. Bene, in nessuna parte del mondo, in nessuna epoca, per l'insegnamento di massa s'è adottato il metodo della "Storia delle Religioni". La predominante o dominante ha sempre privilegiato, se non imposto, la Storia della sua. Certo, i gesuiti, per fare un esempio, studiavano accuratamente, con passione culturale anche le altre religioni, le conoscevano a fondo e pure le apprezzavano ma, tralasciando l'uso pratico che facevano di questi studi, si tratta di un fenomeno d'élite. Andiamo al sodo. Primo punto: dove reperire, con quali criteri di scelta, con quali ragionevoli certezze di competenza ed equilibrio culturale gli insegnanti necessari? Quelli già in servizio non hanno quei requisiti. Secondo punto: si inizia in terza elementare o in prima media? Non è cosa da poco perché l'insegnamento dovrebbe far conto di quello che i ragazzini si portano dietro e dentro da casa, dalle abitudini del loro segmento sociale e culturale, dalle frequentazioni abituali. Si fa presto a dire quello che sarebbe bello, includendolo sic et sempliciter in un contesto reale che non è, quello che sarebbe necessario perché il "sarebbe bello" possa realizzarsi. Non si vuol che niente possa cambiare. Si vuole solo far presente che i tempi dei desideri, sia pur giusti e sacrosanti, presenti in ogni attività umana sono impazienti ed impellenti, ma non coincidono mai con quelli necessari al loro avvio o realizzazione. Nel contempo se ne sono aggiunti altri. Il processo ricomincia. Questa è la splendida, affascinante e obbligata avventura dell'uomo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi