cerca

L'incontro galeotto

27 Settembre 2012 alle 10:15

Alla fine vincerà Renzi. Vincerà le primarie e vincerà la presidenza del consiglio. Vincerà tutt. E' l'ipotesi più probabile, a meno di mirati inciuci polico giudiziari contro di lui. Perché vincerà? Per tanti motivi: è simpatico, giovane, coraggioso, anticonformista e ha tante belle virtù. Ma soprattutto è colui che ha fatto l'unico gesto veramente forte di superamento della Seconda Repubblica dei veleni: l'incontro a casa di Berlusconi; così è diventato un uomo del futuro, con connotazioni patriottiche. Il vecchio presidente di Arcore pensava di vampirizzarlo in quell'abbraccio, di succhiargli sangue giovane. Ma è stato più abile l'astuto giovincello toscano che ha messo in cantina un suo posizionamento "fair" nello scenario politico, salvo menare sganassoni ai suoi avversari del momento. Se andasse Renzi alle elezioni come candidato del centrosinistra (ed è probabile) tutto l'armamentario anticomunista della destra sarebbe spuntato, e il sindaco vincerebbe a mani basse. In quell'incontro semi galeotto, che Berlusconi volle fortemente pubblicizzare, il vincitore del momento fu Berlusconi. Ma Renzi aveva un'arma in più: puntava già sul futuro e adesso sta raccogliendo i frutti. La forza dell'età.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi