cerca

Errani e le regioni sprecone

26 Settembre 2012 alle 15:30

Fino a pochi giorni fa, prima dello scandalo della regione Lazio, il signor Errani, presidente della conferenza delle Regioni, altro ente inutile ma che costa, piangeva miseria a più non posso. Contestava i tagli del Governo alle Regioni dicendo che non si potevano tagliare i fondi senza causare il collasso dei servizi e gravi disagi ai cittadini. Poi lo scandalo laziale e tutto cambia, veniamo a sapere che le regioni sono causa di sperperi inimmaginabili, che sono spesso elargitrici di posti di lavoro immeritati, fonti di corruzione a tutti i livelli, poco efficienti e molto costose rispetto ai servizi resi. Ecco che Errani sparisce dalla TV, era ora, invece di frignare ed elemosinare altri fondi governativi, pensi piuttosto, lui e i suoi rappresentati presidenti regionali, a megio gestire i fondi pubblici evitando sperperi e ruberie. Dovrebbe imparare a parlare di meno, a meno apparire in TV ed a lavorare di più con i fondi a disposizione, che, se ben amministrati bastano ed avanzano per quei servizi, qualitativamente di scarso valore, che ci vengono elargiti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi