cerca

Della Valle

18 Settembre 2012 alle 10:45

Finalmente un imprenditore che dice le cose come stanno. Nel nostro paese gli imprenditori si fanno vivi (vedi Fiat ed una moltitudine di altre imprese) solo quando hanno da chiedere al governo interventi per sostenere la domanda per vendere beni di loro fabbricazione. O, peggio ancora, interventi a pioggia per inondare il mercato di liquidità atta a sostenere la domanda generale di beni. Il prode Della Valle, oltre ad avere elargito gratuitamente cospicui bonus ai suoi dipendenti, non ha mai chiesto aiuti allo stato e le sue aziende sono in buona salute. Quindi bene fa a criticare quei piagnoni della Fiat che poco sanno fare se non frignare per ottenere aiuti. Aiuti che nei decenni trascorsi hanno ottenuto in abbondanza, e ora che le cose vanno male in Italia e meglio all'estero, si apprestare ad abbandonare la nave che affonda ed approdare a lidi più sicuri. Ingrati ed irriconoscenti, la Fiat è più nostra che loro, noi italiani abbiamo pagato i debiti e loro Agnelli si sono presi gli utili, si vegognino per il loro comportamento. Ha ragione Della Valle quando li apostrofa come bambini viziati ed anche manager incapaci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi