cerca

Common sense

11 Settembre 2012 alle 14:15

Chiedere uno stipendio più alto e contemporaneamente lamentarsi del costo della vita, è un ossimoro. Diciamo che un dipendente statale pretenda uno stipendio maggiore e un costo dei beni inferiore. Un bene qualunque è la mela. Perché la mela costi meno l'agricoltore dovrebbe ridurre lo stipendio al mezzadro e pretendere che diesel, concimi, insetticidi e macchinari costino meno. Perché i macchinari costino meno sia la fabbrica meccanica che le acciaierie dovrebbero ridurre lo stipendio dei propri operai e di nuovo pretendere un costo dell'energia più basso. La stessa cosa dovrebbero fare le fabbriche chimiche produttrici di concimi e pesticidi. Perché ciò avvenga dovrebbero essere licenziati e rimpiazzati con operai e tecnici più giovani e di minori pretese gli impiegati sia delle piattaforme che delle trivelle petrolifere nonché delle miniere di carbone ed estrattori di gas. Per di più, gli stati produttori dovrebbero ridurre i diritti di estrazione con conseguente calo del reddito disponibile degli abitanti di questi paesi. Con molta probabilità, la scarsa esperienza dei neo assunti eventualmente causerà incidenti su di una piattaforma con conseguente disastro ecologico. Insomma, tutto questo dovrebbe succedere perché lo stato vuole il voto di chi pretende di più pagando di meno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi