cerca

Sanità statale mon amour

6 Settembre 2012 alle 20:00

Da medico ospedaliero guardo con fiduciosa attesa al "decreto Balduzzi " sulla piccola riforma della sanità approvata ieri sera. Se saranno osservate le imposizioni della legge, per il medico di base, di famiglia o di fiducia che dir si voglia, cesserà quella strana possibilità di interrompere il servizio medico il venerd' sera e riprenderlo il lunedì successivo: e questo tutte le settimane dell'anno! Il penoso affollamento delle strutture del Pronto Soccorso ospedaliero è causato principalmente dalla chiusura sistematica degli ambulatori medici e dei loro... cellulari!. Difender la verginità "convenzionata" del professionista e non volersi equiparare ai "bassifondi statali" della sanità ospedaliera, costituisce il peccato originale di una lobby potente con numerosi mentori nel Parlamento e nella FIMG. Credo necessario un decurtamento della quota massimale di mutuati consentiti (1500) e l'obbligo di creare un rappoto etico-professionale tra medico "di famiglia" e quello " dell'ospedale ". Mi attendo comunque una guerra per bande...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi