cerca

La tortura, le tricoteuses e l'Amor nostro

6 Settembre 2012 alle 11:45

Non solo il - ah, ah - tribunale tiene dentro Lusi perché non ha parlato, confessando quindi che il fine della carcerazione è la confessione, ma abbiamo anche le tricoteuses che lodano la sua permanenza in carcere, contro ogni norma. In questo spettacolo abominevole, tra le molte promesse tradite dell'Amor nostro, quella che trovo veramente imperdonabile è il non aver saputo riportare nel loro naturale alveo costituzionale queste frange di magistratura golpista.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi