cerca

Ma hai esperienza?

5 Settembre 2012 alle 14:45

Non so se voterò alle prossime politiche, e se voterò deciderò chi votare giocandomela a dadi prima di entrare al seggio, tanto non cambia nulla. Detta questa banalità da uomo qualunque, vorrei segnalare alla ottima Palombelli "Osservatrice romana" di oggi, che se dovessimo applicare il suo ragionamento su Renzi (forse) unfit to lead Italy a tutti i casi nei quali si deve immaginare chi diventa chi nelle professioni, nell'arte, nella politica, nella cultura, beh, ci troveremmo proprio in un paese chiamato Italia... Notoriamente, un paese per individui già pre-invecchiati, garantiti, referenziati, lungo-curriculati, e insomma, un paese in cui è abolita la sorpresa, la scommessa sul futuro, dove Obama sarebbe invecchiato come avvocato di cause perse. L'italia del dopoguerra era piena anche di partigiani senza arte nè parte. Uno di loro, Mattei, invece aveva un talento innato per eccellere in qualsiasi cosa facesse ed è salito così in alto da essere poi... abbattuto? Chissà. In ogni caso, resta vera quella solo apparentemente ironica scena di "Mery per sempre", dove uno dei giovani disperati del film va in giro per i vicoli della città a cercare lavoro, quando alla fine trova un cartello "cercasi apprendista" e si propone come tale, il padrone gli dice "ma hai esperienza"? E lui risponde che non ce l'ha, sennnò non vorrebbe fare l'apprendista. Ecco, rispetto a Renzi apprendista presidente del consiglio, la Palombelli di oggi mi pare come quel padrone lì.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi