cerca

"Libera" professione intramoenia?

28 Agosto 2012 alle 12:00

Premetto che lavorando in Toscana, le nuove regole di applicazione dell'attivita' intramoenia negli ospedali praticamente non mi sfiorano neanche, essendo gia' applicate da anni. Premetto ancora che nel mio piccolo, applico tariffe non esose, che tengono conto dell'ambito pubblico in cui vengono effettuate le prestazioni. Pero' qualcuno mi dovrebbe spiegare cosa resta di libero, una volta che, contingentati tempi e luoghi di tale attivita', viene anche posto un tetto alle tariffe massime applicabili. Sembra ci sia una consapevole rinuncia della sanita' pubblica ai medici che avendo raggiunto l'eccellenza professionale, secondo le leggi del mercato, ne traggono profitto almeno nello spazio concesso alla attivita' ormai non piu' libera, al di fuori delle 38 ore dell'orario di lavoro per cui sono sotto contratto. Poi il minstro della salute sbandiera l'ennesimo proclama in difesa della sanita' pubblica, prendendoci come al solito in giro, come se Galliani proclamasse la forza del Milan odierno, dopo aver smantellato tutta la squadra non essendo piu' in grado di pagare gli ingaggi che meritano i calciatori di primo livello.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi