cerca

Il lamento di Federico

28 Agosto 2012 alle 14:15

"Il povero ragazzo, voleva raccontarla, ma s'addormì". E' la fine che faremo noi giovani illusi o disillusi grazie ai nostri attuali rappresentanti politici, regolarmente eletti, che ogni giorno si piangono addosso e si danno del cretino o, nel migliore dei casi, del fascista, in questo splendido inizio di campagna elettorale di fine estate, tra un ciclone e un anticiclone, tra la solita Merkel e la solita Grecia, tra un decreto annunciato e una riforma ripensata. Chiamalo scemo quello che se n'è andato in Guatemala!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi