cerca

Il discorso più importante dalla fine della seconda guerra mondiale

25 Agosto 2012 alle 21:00

Rileggere le opinioni di Ferrara, Volpi, Langone, Buttafuoco e Bawer sui fatti norvegesi di un anno fa è stato un toccasana per lo spirito, ma si tratta di menti affilate che sanno di cosa parlano e per di più non sono norvegesi. Mi ha allarmato molto invece rileggere a un anno di distanza il vuoto torricelliano messo in parole per la triste occasione dal primo ministro norvegese Stoltenberg. Un nulla apocalittico quanto il cretino che con le sue azioni ha fatto sì che venisse pronunciato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi