cerca

Dalla politica i profani stiano lontano

24 Agosto 2012 alle 19:15

Samaras si presenta alla Merkel con il cappello in mano e si sente rispondere il suo chioccio "nein". In Europa si sta sopravvalutando l'economia contro la politica e si trattano gli stati con la stessa arroganza e violenza con cui gli usurai intimano alle loro vittime il pagamento dei loro debiti sotto pena di ritorsioni immediate. La Germania non può tirare a lungo la corda: la potenza costa, come sanno gli americani; la posizione geografica della Grecia e dell'Italia è ancora centrale allo scacchiere europeo più di quanto sia la Germania centrale. Adesso che con Obama e forse anche con il suo successore, il teatro della politica estera si è spostato nel golfo e nell'oceano indiano e si abbandonerà il Mediterraneo, e sarà sempre possibile stabilire altre strategie con popoli e nazioni di sicuro avvenire; la Turchia è vicina e la Russia sta a guardare, chissà che non le riesca -per l'insipienza politica della Merkel- quello che ha desiderato in tutti gli anni della sua storia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi