cerca

Schwazer e Lutero

9 Agosto 2012 alle 13:30

...In questo momento in cui l'etica è in crisi si fa largo il moralismo a buon mercato, con le sua feroce inquisizione, lo stesso tribunale che pretende successo, salute e giovinezza a tutti i costi e valuta quando una vita è degna di essere vissuta o meno. Sarà una mia farneticazione ma è un po' la deriva protestante della esagerazione del peccato che fa scomparire il peccatore il quale, se perduto, lo è da sempre e per sempre. E' difficile in questo senso non cedere alle sirene del giustizialismo alla anglosassone, "comodo" perché se l'altro è il mostro allora io non lo sono. Bisogna stare vicino a questo ragazzo, che si è preso/ si prenderà le sue responsabilità perché, come in genere l'essere umano, ferito e oppresso dal peccato e dalla vergogna (bello che abbia usato lui stesso questo ultimo termine, quasi estinto), dalle macerie ci si può rialzare. Può essere finita una carriera, non certo una vita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi