cerca

L'oracolo dimezzato

7 Agosto 2012 alle 15:45

Con la moneta unica viene giù l’Europa ideale sognata dai padri in un delirio di moralismo, contro empirismo e liberalismo politico. "Cade l’euro, cade l’Europa”: la frase pronunciata della cancelliera Merkel davanti al Bundestag il 7 settembre 2011, è stata accettata come una verità indiscussa. Lo è davvero? A ben vedere, è vera solo se è tautologica, e cioè se per Europa si intende quella che si è data l’euro. Se l’Europa non avesse scelto di avere una moneta comune, o se il trattato che la istituisce fosse stato diverso, l’Europa sarebbe continuata a esistere Troppi se, egregio Dibenedetto, retoricamente il metodo si definisce "ucroina", la storia sulle basi ipotetiche: non vale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi