cerca

Il neopangermanesimo della Merkel

7 Agosto 2012 alle 09:45

Un sentimento ambivalente di odio e amore ha sempre contraddistinto i rapporti tra Italiani e Tedeschi: questi amano gli Italiani ma non li stimano , gli Italiani stimano i Tedeschi ma non li amano. Senza andare troppo indietro nel tempo, basti ricordare che il Fuhrer era assolutamente affascinato dalla figura del Duce e fece alcuni anni di anticamera prima di essere ricevuto da quest’ultimo. E meglio sarebbe stato per il mondo se quest’anticamera non si fosse mai interrotta. Ma il sentimento italiano odierno verso la Germania , che lo stesso Monti ha evidenziato alla Merkel, è qualcosa di diverso , ha poco di antropologico e molto di concreto, e s’inquadra nel sentimento comune della maggior parte dei Paesi europei che vedono nella Germania una volontà di chiusura totale verso qualsiasi forma di politica comunitaria. Quello che traspare è una forma di neopangermanesimo economico che tenderebbe a realizzare il progetto di un’Europa tedesca e non di una Germania europea . Ma è ovvio che in questo modo non si va da nessuna parte e questo atteggiamento finisce col nuocere alla Germania stessa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi