cerca

Un segnale di cambiamento nelle misure economiche

2 Agosto 2012 alle 19:00

L'attuale governo avrebbe dovuto dare un segnale di cambiamento tangibile. Per esempio avrebbe potuto rinegoziare le retribuzioni dei manager pubblici, dei dirigenti dei ministeri e degli assessorati regionali e di ogni altro dirigente di strutture pubbliche. Non solo perché siamo in un periodo di crisi economica ma soprattutto per l'infima efficienza complessiva della macchina burocratica. Per quale motivo retribuire un dirigente con 300.000 euro per dei servizi al cittadino scadenti? Altro segnale da dare all'opinione pubblica sarebbe stato imporre una decurtazione di una mensilità a tutte le cariche ottenute per meriti politici. Qualche anno fa uscì un libro che calcolava in 800.000 persone che lavorano grazie a nomine politiche. Sicuramente non saranno misure risolutive delle difficoltà economiche attuali ma sarebbero servite a farci sentire parte di una nazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi