cerca

"Chi vien piangendo ci fa piangere"

2 Agosto 2012 alle 13:45

La Fornero contestata ridiventa piagnona, non versa più lacrime in diretta, ma attribuisce alla malasorte di essere nata donna se è invisa come ministro. L'insistenza sul tema della discriminazione femminile è spia, forse, che avrebbe voluto nascere uomo per esercitare in pieno il potere dei maschi, che è quello della forza. Dovrebbe invece capacitarsi del fatto che la situazione in cui si trova l'Italia oggi non è risolvibile né con la scienza né con la politica e che le accuse che le vengono mosse non sono rivolte a lei ma agli azzeccagarbugli accademici e volgari, i quali recitano la sentenza di quel dottore che diceva di aver capito tutto, mentre non aveva capito nulla. Qui non si tratta di intelligenza, ma di forza contrattuale, e l'Italia ne ha poca. I finlandesi si fanno maestri senza capire che "non licet magna componere parvis", che l'Italia è un paese di 60 milioni di abitanti, che non sono baionette, ma pur sempre qualcosa valgono nella guerra dei poveri contro i ricchi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi