cerca

La fregola del voto

1 Agosto 2012 alle 13:15

Non mi piace la querelle sulla data delle elezioni: significa che il porcellum va bene a tutti! di riforme strutturali non vuole parlare nessuno nè tantomeno produrle. E poi basta con la manfrina dei dettagli tecnici: soglia di sbarramento, premio di coalizione, collegi uninominali, doppio turno! La valanga di diserzioni dalla "gabina elettorale" travolgerà la terza Repubblica con tutto il corredo di lobbysti, di zombie, di traffichini ostinatamente galleggianti. Le prossime elezioni siano per una Costituente post-bellica! Come nel 1948 si elegga una Assemblea temporanea solo per fare le riforme che tutti attendiamo, per affezionarci nuovamente alla politica fatta per fare solo quello che è indispensabile: sei-otto mesi e poi tutti a casa! Per ripartire da zero con un Parlamento nuovo e non rinnovato. Si dirà: e in questi otto mesi che ne sarà dell'economia italiana? Beh, quanto a questo ci pensarà la Merkel.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi