cerca

Giustizia e morte

1 Agosto 2012 alle 10:15

A me piacerebbe sapere come mai il famoso Ingroia è stato spedito in Guatemala dove, certamente, la situazione è meno grave che a Palermo. Come mai è stato spedito subito dopo aver firmato una richiesta importante (anche se non controfirmata, ma solo vistata dal Procuratore capo): in Italia ce ne sono di magistrati in gamba (anche se oscuri perché fanno solo il loro dovere in un sistema ormai sballato). E se Loris D'Ambrosio è morto d'infarto fulminante, la signora Giustizia Italiana giace da lustri in coma nel reparto rianimazione, dove nessuno è in grado di somministrarle la medicina necessaria: la rifondazione dell'ordinamento giudiziario. Gli si faceva concludere l'inchiesta, sperando che nel frattempo santo Monti riuscisse a rifondare l'ordinamento giudiziario, e, quindi, in base ai risultati, premiarlo se fosse riuscito a districare una intricata matassa di un fatto “storico”, oppure punendolo, se la sua si fosse dimostrata un'azione sbagliata. Naturalmente prima bisogna riformare l'ordinamento giudiziario (anche Csm e Anm), nell'ambito di una più generale sistemazione del sistema normativo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi