cerca

Voglia matta di comunismo

26 Luglio 2012 alle 10:00

All’Unità se la raccontano – una volta si invitavano i vogliosi a sperimentare il comunismo dal vivo. Rimane ancora la Corea del Nord arroccata all’utopia, ma sembra che nessuno sia interessato. Ferrara prende il toro per le corna, e sentenzia che senza pil non si va da nessuna parte. Analisi lucidissima, che dovrebbe mettere la parola fine sul 'comunismo moraleggiante'. Macché. La trattativa stato-mafia ogni giorno fa arricciare la fronte ai puri (che vorrebbero essere sempre loro). La storia la si conosce nei minimi dettagli, manca ancora il trofeo. Una testa l’hanno già avuta: Andreotti, garante dei boss prima degli anni ottanta, salvato perché prescritto. Una cosa però si sono dimenticati di spiegarci: perché Belzebù avrebbe siglato l’accordo moltissimi anni prima. Col senno di poi (dissoluzione Urss), quel bacio andrebbe condannato?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi