cerca

Quo usque tandem/2

26 Luglio 2012 alle 20:15

Di austerità si può anche morire. La cura Monti, pur necessaria, finora non ha avuto effetto e, tra l’altro, le sue conseguenze sui cittadini in termini di sacrifici non si sono ancora manifestate in tutta la loro gravità. Sulle riforme fatte non si può tornare indietro ma è arrivato il momento di cambiare atteggiamento, unirsi con gli altri Paesi in sofferenza , sicuramente in maggioranza, e presentare con determinazione il conto alla Germania, la vera beneficiaria di questa situazione. Sarà questa anche l'occasione per fare uscire allo scoperto Hollande , che non sta mantenendo fede alle promesse fatte in campagna elettorale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi