cerca

A proposito di Formigoni

26 Luglio 2012 alle 12:15

In primo luogo tutta la mia solidarietà alla vittima, "danno collaterale" della campagna 2011-2012 della Procura (ma procura di chi?) di Milano, una campagna con solare evidenza tutta politica che parte da molto lontano nell'indifferenza e, anzi, con la complicità di molti, giornali autorevolissimi in testa. Su queste cose, un domani, sono certo che si discuterà, diciamo così, in maniera meno generica. Un quesito su tutti, che nasce dalla considerazione dei metodi alquanto spicci e indifendibili di una settore della magistratura che usa tutti i mezzi, carcerazione preventiva inclusa, al di fuori dell'ordinamento, per raggiungere i suoi scopi. Il quesito: tenuti nel debito conto i metodi, alquanto creativi e assai strumentali (si sa, per la causa tutto è lecito), seguiti in generale nella ricerca dei fatti da indagare e il fatto, indiscutibile, che Formigoni è a capo della regione con il migliore servizio sanitario in termini di costi e prestazioni, sanità per la quale viceversa è indagato, stanno per essere emessi, coerentemente con l'approccio alla giurisdizione che, a quanto pare, vige in questo strano paese, mandati di cattura nei confronti di tutti gli altri presidenti e assessori di tutte le altre regini d'Italia, che hanno conti e prestazioni peggiori, con la motivazione che "non possono non aver rubato"?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi