cerca

Stragi e armi

25 Luglio 2012 alle 12:30

Quando ci si scandalizza per la possibilità di armarsi di tutto punto come un soldato in modo del tutto legale si incorre nella stessa fallacia alla base del putiferio scatenato dal Papa quando ha osato dire in pubblico quello che gli epidemiologi sanno benissimo (cioè che il preservativo non è sufficiente per combattere l'Aids in Africa). L'errore nel pensare che chi pianifica per mesi una strage si preoccupi del rispetto della legge è infatti lo stesso che si commette pensando che chi tradisce la moglie si preoccupi delle raccomandazioni del Papa sull'uso del preservativo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi