cerca

"I tedeschi sono sull'orlo di una crisi di nervi"

24 Luglio 2012 alle 17:45

Seguono dettagli: “Il tedesco medio, soprattutto dopo una certa età, soffre per la crisi: affitti, assicurazioni, l'incubo dell'inflazione preoccupano soprattutto i pensionati, che vedono aumentare i prezzi e diminuire le rendite degli investimenti, senza tregua”. Questi milioni di persone sono la base elettorale di Angela. Se ci pensate bene, nonostante i loro muscoli, sono quelli che hanno da perdere più di tutti. La Bild è con loro. Se consideriamo che neppure l’elettorato tedesco di sinistra è di manica larga con gli europei spendaccioni, comprenderemo i dolori della giovane Angela. E che anche i problemi sono globalizzati. Anche Olanda e Lussemburgo perdono la tripla A. Da noi, però, le provincie alzano gli scudi e prevedono di non poter aprire le scuole. Come mai? Per il previsto piano d'accorpamento, ovvio. Pretesto deboluccio, anzi pretestuoso, ma anche loro, come scrive Angelo Panebianco citando Paolo Sylos Labini, fanno parete della "schiera dei topi brulicanti nel formaggio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi