cerca

Pacta servanda sunt

18 Luglio 2012 alle 11:00

L’ art. 3 del decreto legge sulla spending re-view prevede che i privati non possono più chiedere alle Pubbliche Amministrazioni l’aggiornamento Istat dei canoni di affitto . Inoltre, la stessa norma impone una riduzione del 15%, a partire dal 1 gennaio 2013, del canone stesso per tutti i contratti . Questo taglio non tiene in nessun conto dei patti sottoscritti dalle parti. Infatti detta riduzione del canone di locazione “si inserisce automaticamente nei contratti in corso”. Al riguardo ricordo che il Governo chiede ai capitali privati di finanziare sempre più infrastrutture e cerca di attrarre nel nostro paese capitali stranieri, mentre lo stesso stato continua a violare le regole concordate fra le parti: non pagando le imprese che hanno regolarmente onorato i contratti per forniture di beni o servizi ed ora anche riducendo i fitti. Insomma viene del tutto ignorato un principio che costituisce la base fondamentale del diritto: “Pacta servanda sunt” - i patti devono essere rispettati-.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi