cerca

Il vero gioco di Travaglio su Napolitano

18 Luglio 2012 alle 15:00

Travaglio e compagnia cantante sanno che nelle intercettazioni del Presidente non c'è niente (non solo di penalmente, ma anche, in gergo travagliesco, di "etico-politico-istituzionale" rilevante. Ciononostante, poiché sanno che Napolitano (che ovviamente sa anche lui che dalle intercettazioni non emerge alcunché) non può renderle pubbliche (significherebbe riconoscere la legittimità di intrusioni del potere giudiziario sull'operato del Capo dello Stato), essi insistono sull'esistenza della solita trama nascosta, che spiegherebbe le stragi di mafia etc.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi