cerca

Caos istituzionale

18 Luglio 2012 alle 11:30

Con le intercettazioni del Presidente Napolitano abbiamo, come paese, toccato il fondo. I magistrati oramai fanno il bello ed il cattivo tempo, a dispetto delle istituzioni e dei ministri. Infatti a Palermo, i magistrati fanno ciò che vogliono a dispetto del capo del Csm. Le istituzioni hanno perso la bussola, il Ministro della Giustizia dice che non si può intercettare il Capo dello Stato, il capo della Procura di Palermo Messineo dice il contrario, con l'appoggio del capo dell'Antimafia. Nessuno capisce chi ha ragione e, mentre il paese affonda, la magistratura, come al solito, vince, ma c'è poco da stare allegri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi