cerca

Strano popolo senza memoria

12 Luglio 2012 alle 16:30

Leggo con stupore (ma neppure così tanto) anche su questo Foglio, del fallimento del centrodestra, determinato da un arruffone patetico di nome Berlusconi, che oltretutto ha la velleità di riproporsi come Premier. Vigliacca miseria, mai che qualcuno ricordasse il settantennio di governo cattocomunista che ha prodotto il debito stratosferico col quale soprattutto il governo di centrodestra ha dovuto fare i conti; l'influenza nefasta dei sindacati direttamente sulle scelte imprenditoriali di quei tempi; il ruba ruba dei grandi manager (vedi Prodi/De Benedetti) alle proprietà di stato; alla crescita esponenziale della burocrazia, con l'assunzione abnorme di funzionari e impiegati, in enti ed uffici completamente inutili. Ed ora una pletora di sciocchi quaquaraqua che si professano già berluscones, come ama definirci il Direttore, si scandalizza per il desiderio di un Uomo che crede veramente di potersi spendere per il suo Paese. Pensate piuttosto a chi ci ha condotto a questo disastro, chiamandosi oltretutto fuori, e non responsabili, come d’altro canto è d'uso da noi, allevare e far crescere una marea di comandanti responsabili di nulla, ma l'Amor Nostro le sue responsabilità se l'è assunte e ne sta pagando il fio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi