cerca

D'Alema e Galli Della Loggia a proposito di Monti

5 Luglio 2012 alle 11:30

L’intervista di D’Alema di domenica scorsa sul Corriere della Sera e la risposta di Galli Della Loggia di mercoledì hanno in comune un velo d’ipocrisia. Prima di cominciare, D’Alema sottolinea la concomitanza di tutti i punti dell’accordo di Bruxelles con le conclusioni del documento dei socialisti europei approvato poco prima. E gli sembra un segno della validità delle elaborazioni teoriche del nuovo centrosinistra inaugurato dall’elezione di Hollande e dall’affermazione dei socialisti in Francia, che si rafforzerà con le elezioni del 2013 in Italia e in Germania che vedranno il ritorno della sinistra al governo. Essendo un moderato e un liberale, Monti è l’interprete ideale di questa svolta, l’unico capace di contrastare eventuali resistenze stataliste. Quindi niente di più naturale che proporlo alla guida del governo anche dopo il 2013. Ma queste considerazioni nascondono il solito calcolo di D’Alema, anzi ne nascondono due. Il primo consiste nell’allontanare l’idea che Monti possa succedere a Napolitano. Il secondo è più sottile: se ci dovesse essere ancora un premier moderato, scatterebbe il teorema per cui sul Colle ci dovrebbe salire un socialista. E chi più qualificato dello stesso D’Alema? Galli della Loggia finge di non aver capito e spiega che Monti non può essere definito di sinistra; è un borghese che persegue il principio di realtà con strumenti tecnici. Ma le buone maniere e la riluttanza ad assecondare propensioni popolari non possono definirlo di destra. Se neppure il Pdl lo riconosce, la simpatia che gli dimostra la sinistra indica la capacità del PD di collaborare con tutti, anche con chi sembra più lontano, addirittura di destra. Ma non é proprio così e Bersani non può essere sicuro di fare il presidente del Consiglio neppure dopo le prossime politiche. Una volta vinte le primarie e debellato il pericolo Renzi, avrebbe da sconfiggere il piano di D’Alema assai più subdolo e pericoloso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi