cerca

Tagli e furberie

4 Luglio 2012 alle 11:00

Il presidente Monti ha dichiarato che non intende fare tagli con l'accetta. Che il controllo - si fa per dire - della spesa pubblica non è una manovra aggiuntiva. Di cui - bontà Sua - non c'è bisogno. Dunque stiamo bene, parrebbe. Quando si tratta di frenare non la spesa pubblica ma lo sperpero del Pubblico Denaro il Presidente diventa persiono tragicamente umorista. Da quel sobrio orecchio proprio non ci sente. Sarà perché si è messo in capo di continuare come il Presidente Napolitano?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi