cerca

Pessimismo

27 Giugno 2012 alle 09:30

La butto lì: Casini farà finta di difendere a spada tratta l'identità dei cattolici, alzando la voce con cipiglio fiero, mentre calerà assolutamente le braghe davanti ai dettami di Bersani, Bindi & C.. Così deve fare se vuol restare sulla breccia: ricordiamo tutti che fine ha fatto la Binetti nel Pd... (ora sarà costretta a fuggire anche dall'Udc...). E ricordiamo anche che in Piemonte, alle ultime elezioni regionali, Casini si è schierato non con Cota (brrr, la Lega, così “razzista”!), che aveva nel programma elementi chiari di difesa dei valori cari alla Chiesa, ma con la Bresso, che al primo posto pone valori decisamente differenti. Quindi: Casini fuori gioco. Nessuna fiducia in Passera: troppi elementi di vicinanza a un certo mondo laicista contro il quale non è facile né conveniente palesare qualsivoglia vicinanza alla Chiesa o al Papa. Il Partito dei Cattolici esiste, senza nome, identità o leader - temporale, perchè quello che conta, quello spirituale, c'è, eccome! - e continuerà a combattere senza clamori e quasi inosservato la sua battaglia quotidiana. Con il realismo di chi non nutre troppe aspettative dal mondo politico. Tuttavia continuando a sperare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi