cerca

Facebook e i diritti

22 Giugno 2012 alle 21:30

Pare che oggi ci sia rispetto dei diritti di tutti, che nessuno si senta discriminato e invece non è affatto così: vengono considerati inaccettabili (anche giustamente) le violazioni dei diritti di alcuni, mentre altri vengono rilegati nell'oblio. Un esempio? I cattolici e i credenti di altre religioni che vengono ripetutamente insultati nei gruppi di Facebook. Esistono gruppi pieni di bestemmie (e la bestemmia è reato secondo la legge, non si tratta solo di mancanza di rispetto) ma chissà perchè, nonostante le ripetute segnalazioni, non vengono mai chiusi. Allora, caro team di Facebook, non nasconderti dietro a false parole e ammetti che non te ne importa nulla dei diritti, tranne che di quelli politically correct, almeno apprezziamo l'onestà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi