cerca

Tutti insieme per far crescere l'Italia

21 Giugno 2012 alle 18:00

Di fronte a problemi tangibili nel nostro Paese e ad un bisogno di cambiamento inevitabile affinché i nostri sacrifici vengano ripagati e ci riportino un po’ di speranza, è necessario individuare delle soluzioni, delle vie d'uscita. I nostri politici a balzelli ci stanno provando per resettare la formula politica che attualmente sta fallendo a causa di partiti vecchi concettualmente e costituiti sempre dalle stesse persone. Alcuni partiti si stanno rinnovando, altri hanno fatto breccia tra la popolazione esausta come il movimento di Grillo, un movimento di protesta che vedrei più distruttivo che costruttivo. Al contrario, l'Italia e gli italiani hanno bisogno di una crescita, di un cammino in salita, di costruire il proprio sviluppo su basi solide. Tuttavia, dispiace dirlo, ma con il governo burocrate e dei banchieri attuale e in un contesto europeo anch'esso nato a tavolino che non risponde alle esigenze dei vari territori e della gente, vedo il cammino pieno di ostacoli e senza prospettive future. La Lega Nord è pronta ad affrontare tale strada in salita, lo era già ai tempi del governo Berlusconi quando venne approvato il federalismo e lo è a tutt'oggi nonostante sia caduta nel baratro a causa di errori commessi al suo interno ma - badiamo bene - a livello di forma e non di sostanza. Ha soltanto bisogno non solo della sua gente ma di tutti coloro che ragionano in termini di sviluppo e di ricerca, di benessere e di bene comune che non è quello che ci sta dando il governo Monti rispondente più a logiche di mercato e di interessi bancari globali che non agli interessi degli italiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi