cerca

Un giudizio su Bersani

20 Giugno 2012 alle 21:00

Giuliano Ferrara parte da un assunto che, purtroppo, non esiste più. Cioè che i comunisti emiliani siano bravi amministratori del loro territorio. Non è più così. Dozza, Zangheri ed altri erano bravi politici ed innovativi amministratori. Con risultati di eccellenza. Poi è arrivato Cofferati. Poi Delbono. Adesso Merola. Tre esempi di come non si deve operare da sindaco. Paracadutati dall'alto, Cofferati, scelti per ordine di scuderia gli altri. A Bologna non si fa buona politica ma si vivacchia governando male con alleanze dannose. Questo succederà a Bersani. Non ha un programma, non si conosco gli alleati, ha paura della sua ombra. Un buon funzionario di partito. Quando il partito era forte. Adesso anche il Pd veleggia verso l'ignoto. E le indecisioni di Bersani su tutto, il non assumere mai, coraggiosamente, posizione non ispirano fiducia. Il caso Rai è emblematico. Forse un giretto per Bologna potrebbe spiegare meglio quello che ho scritto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi