cerca

Per la Germania un segnale forte e chiaro

14 Giugno 2012 alle 10:30

In una crisi economica di queste dimensioni il fattore tempo è un parametro decisivo. E’ evidente che l'Italia è sotto attacco dei mercati che vorrebbero costringere anche il nostro paese ad accettare le condizioni della Spagna, anche se le due situazioni sono significativamente diverse. Perciò non bisogna cedere al ricatto e questo è il momento delle decisioni rapide ed efficaci. Penso che il nostro paese abbia finora fatto tutti i compiti con diligenza e sacrificio, scavando nel costato anche degli strati più poveri del paese. Ma la linea di sopportazione è ormai superata e ogni ulteriore azione di rigore comporterebbe la destrutturazione dello stato sociale. Bisogna mettere insieme i paesi che ci stanno, che sono la maggioranza, ed imporre alla Germania la lista delle cose che diciamo da tempo: emissione di eurobond gestiti dalla Bce ed investimenti fuori dal fiscal compact. Questa, tra l’altro, sarà l'occasione per mettere alla prova la posizione di Hollande che nella campagna elettorale ha mostrato i muscoli e che adesso sembra fare leggermente marcia indietro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi