cerca

La crisi

11 Giugno 2012 alle 15:30

Ritengo che senza andare a scomodare le menti eccelse dell'economia, per dare una boccata d'aria alle nostre tasche sempre più vuote, basterebbe che per sei mesi, ovvero da qui a fine anno, in accordo con le banche e relative finanziarie, siano congelati tutti i debiti da mutui/prestiti per tutti, perchè la pretesa di farlo pesare solo sui redditi bassi, finirebbe per favorire solo gli evasori. Si allungherebbe la scadenza del debito di soli 6 mesi con l'aggiunta dei dovuti interessi (però di legge), e si otterrebbe un pò di liquidità, che consentirebbe a tutti noi di poter spendere un pò e quindi, muovere un pò la nostra economia. Dopo tutti gli interventi a favore delle banche, penso che un solo passo verso i cittadini, sarebbe al minimo, dovuto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi