cerca

Le responsabilità della crisi

8 Giugno 2012 alle 22:00

Leggo le continue prese di posizione del Presidente Obama, il quale fa la predica all'Europa perchè con i suoi problemi economico-finanziari può danneggiare l'economia americana. Ieri poi sento che Mr Obama insieme al Premier inglese Cameron ha rincarato la dose e chiesto a gran voce che l'Europa si dia da fare per rendere più solida la moneta unica. Proprio uno, l'inglese, che appartiene alla nazione che non ha mai voluto entrare nell'Euro, e goderne i vantaggi senza farsi carico degli oneri. Ed entrambi, che governano la due nazioni sede delle massime organizzazioni finanziarie che sono responsabili in sommo grado della crisi avviatasi nel 2008, grazie a tutte le folli invenzioni che i loro finanzieri (così si chiamano?) hanno creato per soddisfare la loro rapacità. Non si può essere che indignati, davanti a tanta sfrontatezza. Poi è vero che anche l'Europa ha le sue responsabilità per quanto sta accadendo, in particolare quei governanti e quella parti sociali che hanno dimostrato di avere le mani bucate onde soddisfare gli interessi di bottega.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi