cerca

Vade retro me Satana!

31 Maggio 2012 alle 08:30

L'invito di Ferrara al Papa è una correctio di quello di Simon Pietro a Gesù: entrambi pronunciati per disordinato amore, entrambi vòlti a stornare l'amato dal cammino della sua passione, entrambi tentazioni sataniche in vesti filantropiche e razionali. Per quel semplice e generoso augurio petrino, "Dio te ne scampi Signore, questo non ti accadrà mai" (Mt 16, 22), il futuro primo Papa fu infatti chiamato Satana dal suo Signore, per cui l'Elefantino non se ne abbia a male se di fronte al suo editoriale la fede di qualche suo lettore si infiamma e lo richiama pubblicamente alla sequela (la lectio latina del vangelo di Matteo recita "vade post me Satana", ovvero non lontano da Cristo ma dietro a Cristo). Lo stesso vale per il cosiddetto Vatileaks, versione mediatica degli antichi complotti, che è nato appunto dalle buone intenzioni di alcuni, i quali nel tentativo di aiutare o salvare la Chiesa hanno finito per ferirla, addensando il fumo di Satana nel peribolo del tempio, la confusione nelle menti dei fedeli e la tristezza nel cuore del Papa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi