cerca

Imu imposta non equa

31 Maggio 2012 alle 16:30

Entro il 18 giugno si dovrà pagare la prima rata della tanta odiata IMU. La nuova imposta accorpa la vecchia Ici con l’Irpef. Ma ciò è solo apparentemente un fatto positivo. Bisogna, infatti, considerare che l’ imposta sulle persone fisiche, inglobata nell’IMU, è uguale per tutti, venendo meno la progressività dell'imposta sancita dall'art. 53 della nostra Costituzione. E così pagare l’IMU diventa addirittura più vantaggioso dell’ICI per i proprietari con redditi molto elevati. Intanto per le seconde case date in affitto, oltre all’IMU bisogna pagare anche l’IRPEF sui fitti che si incassano. V’è, in questo caso, una doppia imposizione. Insomma l’IMU è un’imposta, a mio avviso, iniqua, che potrebbe anche favorire l’evasione. Comunque l’eccessiva imposizione sulle case sta già producendo effetti negativi sul mercato immobiliare. Peraltro le famiglie sono costrette a pagare maggiori tasse su beni il cui valore si prevede in calo. Il Censis prevede che i prezzi delle case, per l’introduzione dell’IMU, crolleranno dal 20 al 50%. E’ una previsione che, se nella realtà troverà riscontro, sarebbe a dir poco una catastrofe per la nostra economia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi