cerca

Partiti o sindacati

29 Maggio 2012 alle 18:00

La dirigenza della Fiom ha convocato (sic erat scriptum, sul Fatto Quotidiano) Bersani, Di Pietro, Vendola e movimenti progressisti, a Roma, per il 9 Giugno. Luca Telese decodifica il salto in politica della Fiom con l’obbiettivo di buttare a mare la riforma del giuslavorista Ichino: perché il lavoro metalmeccanico è usurante, perché ci vogliono leggi stringenti di democrazia sindacale, leggi sul precariato, sul salario di cittadinanza e nuove strategie di politica industriale. Ha ancora senso andare a votare i partiti perché guidino il paese? Aderiamo a un sindacato, che invece delle ideologie dichiara gli obbiettivi che si prefigge. E' assurdo votare individui che si fanno 'convocare' (dichiarando poi di aderire) e farsi dettare l’agenda politica. E i metalmeccanici potranno così toccare con mano le ambizioni di Landini e Airaudo a risolvere i problemi del paese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi