cerca

Le dimissioni del Papa

29 Maggio 2012 alle 16:00

C’è l’immagine di un uomo con la veste bianca seguito da fedeli. Intorno tempesta e burrasca. Benedetto XVI fu buon profeta quando affermò che la profezia di Fatima non era conclusa. Per un cattolico il Pontefice è eletto per sussurro dello SS, che attraverso i cardinali, degni o no, ha il compito di guidare la Chiesa. L’investitura è oltre, seppur attraverso, l’umano. Se è stato scelto Benedetto XVI, in modo imperscrutabile, ci sarà un motivo. Lui è l’uomo giusto per questo momento, perché così ha deciso Dio. In verità Gregorio XII abdicò, Celestino V è considerato santo nonostante Dante, e Il Pontefice non ha escluso, in una conversazione, l’impossibilità di un tale gesto. Non so, non saprei dire, ma secondo me Benedetto XVI resterà al suo posto, anche se non ho la più pallida idea di cosà farà. La forza del Pontefice riposa in Dio, e Lui si definisce “l’umile operaio della vigna del Signore”. Tutti ricordiamo l’omelia che tenne prima di salire al soglio Pontificio. Erano parole dure. Sa bene con chi ha a che fare. Noi possiamo pregare per lui.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi